AA

Cicli di vita

La nostra Associazione ha due caratteristiche:
la prima è quella di occuparsi in modo particolare di persone in situazione d’handicap fin dall’infanzia e che, a causa della loro disabilità, necessitano di misure d’educazione speciale, persone quindi la cui disabilità tocca la mente.
La seconda, conseguenza della prima, è d’interessarsi alle vicende di queste persone e delle loro famiglie lungo l’arco dell’intera esistenza.

L’idea di Cicli di vita

Siamo spesso sollecitati ad organizzare eventi informativi o servizi che riguardano momenti particolari dell’esistenza e che spaziano dall’entrata alla scuola dell’infanzia all’invecchiamento, passando dall’educazione affettiva e sessuale e alla formazione professionale. Il progetto “Cicli di vita” non vuol evidenziare solo il fatto che le persone in situazione di disabilità nascono e crescono come ciascuno attraversando cicli di vita che comprendono pure fasi di transizione come l’adolescenza e la mezz’età davvero poco citate quando si parla di queste persone, ma vuol pure fornirci una “bussola” volta ad orientare le nostre azioni in modo che ogni fascia d’età possa trovare qualcosa che la rappresenti. Questo nell’intenzione d’indicare ai genitori in primo luogo che comunque, nel limite delle sue possibilità, l’Associazione è presente per accompagnarli, sostenerli e rappresentarli da quando il bambino nasce e lungo tutta la vita. A nostro avviso questa prospettiva non solo indica al genitore del figlio adulto e magari già anziano che la nostra Associazione si occupa anche di queste questioni, ma rassicura pure il genitore giovane che intravvede quindi un percorso coerente, una continuità. In secondo luogo si tratta, come caratteristica della nostra Associazione, di raggruppare genitori e professionisti interessati ad un medesimo tema per degli approfondimenti o delle discussioni comuni.

Lo svolgimento: prima conferenza e workshop

Abbiamo proposto un primo momento di entrata in materia teorica attraverso una conferenza, sabato 26 settembre 2015, con l’obiettivo di tematizzare ed approfondire il concetto di cicli di vita della persona disabile, definire - tematizzare le fasi di transizione e tentare di definire cos’è e cosa si intende per progetto di vita. Hanno fatto seguito dei workshop distinti proprio per fasce d’età, per permettere ai vari genitori e professionisti di confrontarsi e, grazie alla presenza di animatori, di tematizzare le varie criticità, di definire le tematiche di principale interesse che verranno in seguito approfondite nel proseguimento del progetto che si svilupperà su 2 anni e che vedrà coinvolti i partner istituzionali e le Associazioni di genitori e famigliari attive sul territorio.

Vi invitiamo a consultare il Dossier Cicli di vita che contiene gli atti della conferenza e quanto scaturito nei gruppi di lavoro pubblicato nel Bollettino atgabbes, inverno 2015, pagg. 22-31.