AA

Gruppi di Parola

I Gruppi di Parola sono generalmente gruppi di persone che condividono la stessa situazione di vita o le stesse difficoltà. Si costituiscono anche su base volontaria con l’obiettivo di soddisfare un bisogno, superare un problema, ottenere un cambiamento in maniera reciproca.

Il Gruppo di Parola si ispira sul movimento più generale di “self-help” e al modello di “mutuo-aiuto” secondo il quale si osserva la costituzione di piccoli gruppi di persone che si riuniscono spontaneamente per ricevere e darsi sostegno a fronte di un problema condiviso da tutti i membri del gruppo.

Una delle caratteristiche principali di questi gruppi prevede che ciascun membro vive contemporaneamente il ruolo di fruitore d’aiuto e dispensatore d’aiuto, attivando il fenomeno per cui i membri di un gruppo, mentre riflettono su una questione, si aiutano reciprocamente.
Questa tipologia di gruppi permette alle persone di attivare una comunicazione e interazione spontanea, dove ogni membro ha la possibilità di esprimere il proprio pensiero, emozione ed esigenza. Tutto ciò genera confronto sociale, offre informazione ed apprendimento, condivisione e sostegno emotivo, attivando le proprie risorse personali.

Il ruolo dell’operatore professionale nella conduzione dei Gruppi di Parola consiste nell’organizzare l’incontro: scelta dei partecipanti, sede, orari; facilitare gli scambi comunicativi all’interno del gruppo nel corso degli incontri (in particolare quelli iniziali) e rappresentare un agente di collegamento tra il gruppo e i servizi esterni. L’operatore contestualizza e affronta la tematica nell’ambito delle risorse del gruppo stesso e del setting proposto, mantenendo un’attenzione particolare alla valorizzazione delle competenze genitoriali in un’ottica positiva.


Come atgabbes interpreta i Gruppi di Parola

Mantenendo un fil rouge con il progetto, sempre promosso dall’Associazione, “Cicli di vita”, la proposta consiste nell’offrire spazi di discussione rivolti a genitori che, oltre a vivere situazioni simili nel ruolo di padri e madri di persone con disabilità, sono accomunati dalla fase di vita in cui il proprio figlio si situa.

La scelta di definire attraverso le fasi della vita il target di genitori a cui rivolgere uno spazio di confronto, è dettata dall’opinione secondo la quale i membri di uno stesso gruppo se, oltre a vivere situazioni simili, sono avvicinati anche dalla fase di vita in cui il proprio figlio si situa, avranno maggiore occasione di trattare temi comuni. Il genitore con un figlio in età dell’infanzia avrà probabilmente argomenti, pensieri, emozioni diverse rispetto al genitore con un figlio in età adulta. In alcuni casi, certi argomenti saranno probabilmente toccati in ogni ciclo di vita.


Date incontri Gruppi di Parola

Dal 4 novembre 2015, atgabbes è ripartita con i Gruppi di Parola rivolti a genitori di figli nell'età dell'infanzia. Con la frequenza di un incontro al mese, un gruppo di genitori di bambini con disabilità si incontra, si conosce, racconta le proprie esperienze, emozioni e desideri, rivolgendo un'attenzione particolare alla valorizzazione delle competenze genitoriali in un'ottica positiva.

Il Gruppo di Parola si fonda su base volontaria, pertanto i genitori non hanno l'obbligo di partecipazione a tutti gli incontri, ma possono scegliere di volta in volta se partecipare o meno a seconda del tema trattato.

La presenza regolare da parte di alcuni genitori nel corso della scorsa stagione, ha portato l'associazione a riproporre gli incontri anche per l'anno 2016/2017.

Di seguito le date dei prossimi incontri:

Mercoledì, 18 gennaio 2017
Mercoledì, 15 febbraio 2017
Mercoledì, 22 marzo 2017
Mercoledì, 5 aprile 2017
Mercoledì, 10 maggio 2017


L'invito è rivolto a tutti i genitori di bambini nell'età compresa tra gli 0 e i 12 anni.
Gli incontri si svolgono presso l'Associazione ABAD di Bellinzona alle ore 20.30.

Per informazioni e/o iscrizioni chiamate il segretariato atgabbes allo 091 972 88 78
o scrivete una e-mail alla responsabile Sabrina Astorino.